Edi Righi, presidente di Digital Broker for Children, è in questi giorni in Cambogia per consegnare ad una organizzazione locale di Phnom Phen gli aiuti che Digital Broker ha destinato come fondo di beneficenza del 2012. Sarà realizzata una ludo-biblioteca per i bambini di strada di una delle aree” difficili” della città. La Cambogia è uno dei paesi più poveri del Sudest asiatico: i conflitti che coinvolsero l’area, tra la fine degli anni ‘60 e ‘70, segnano ancora profondamente il Paese, contribuendo alla situazione di arretratezza economica e sociale nella quale le componenti più fragili (bambini ed adolescenti) rischiano di subire le più devastanti conseguenze.

Secondo l’UNICEF, meno della metà degli iscritti completa l’istruzione primaria. La causa principale dell’elevato abbandono scolastico è la povertà: le famiglie non hanno la possibilità di mandare a scuola i propri figli e di acquistare tutto ciò di cui necessitano per frequentare le lezioni. Spesso i minori cadono nel gorgo dello sfruttamento sessuale a fini commerciali che è uno dei più grandi problemi che affligge la Cambogia e che può essere collegato con il fenomeno dei bambini di strada, considerati ad alto rischio. Il numero stimato di bambini che vivono e/o lavorano sulle strade della Cambogia è di 313.000 bambini che subiscono le forme peggiori di sfruttamento.
La realizzazione di una ludo-biblioteca corrisponde all’obiettivo di favorire l’accesso all’educazione di un gruppo di bambini che hanno problemi famigliari, scolastici e sanitari, diminuire nei bambini la pressione sociale, insegnare loro a riconoscere i segnali ed i comportamenti degli adulti che potrebbero corrispondere all’abuso/sfruttamento sessuale. La socialità e la gioia di vivere una esperienza creativa ed edificante nella ludo-biblioteca li stimolerà a intraprendere un percorso positivo della loro vita e attività adulta.

Gli interventi di solidarietà di Digital Broker, tramite Digital Broker for Children, non si limitano al momento dell’intervento di aiuto, ma si protraggono nel tempo lasciando vive ed intense relazioni con le comunità assistite. Così è successo anche nello scorso anno in cui l’aiuto di Digital Broker ha raggiunto la comunità di profughi tibetani insediata a Bylacuppe nell’India centro-meridionale.
La relazione con la comunità tibetana in esilio ha prodotto una interessantissima continuazione di contatti, portando nei giorni scorsi ad un importante incontro nella sede della Purple Middle Way (ONLUS nostra partner) del presidente di Digital Broker for Children Edi Righi con l’eminente Lama Chogyal, presidente della Ladakh Heart Foundation, per discutere delle prospettive di intervento solidaristico dell’Italia nell’ambito del momento economico del Paese e dell’Europa in genere.

Come sempre Digital Broker si dimostra sensibile ai temi etici, al fine di unire risorse e persone attorno ad una causa di rilievo umano, convinta che ogni azienda ed ogni persona possa e debba dare un apporto per alleviare le sofferenze degli altri, mettendo a disposizione una parte di ciò che possiede.
Tutto ciò è possibile per Digital Broker perché, grazie alla adesione dei suoi clienti, ha la possibilità di destinare importanti aiuti benefici alle comunità più bisognose.

Chi sceglie Digital Broker aiuta il prossimo!


Be Social, Share!