Il nuovo iPhone 6S potrebbe essere uno smartphone non proprio adatto a tutti.

Sfortunato testimonial è stato il povero Mark Watson (trentasettenne inglese), che recatosi nel suo Apple Store di fiducia ha scoperto “sulla sua pelle” di non poter utilizzare il telefono di casa Cupertino. E non per colpa di un malfunzionamento o di un difetto di fabbricazione, ma a causa della sua allergia al nichel; materiale questo molto diffuso per la produzione di cellulari e altri device tecnologici.

Fin dai primi minuti di utilizzo il sig. Watson ha riscontrato un arrossamento sulla sua cute, che lo ha spinto a farsi visitare da un medico. Il responso è stato chiaro: allergia al nichel; tuttavia lo sventurato utente Apple ha continuato a telefonare e a inviare messaggi dal suo iPhone… fino a quando il rush non è diventato critico.

Mark si è quindi visto costretto ad abbandonare il suo smartphone iPhone 6 nuovo fiammante e ha provato ad inoltrare un reclamo ufficiale a Cupertino, che però ha escluso ogni tipo di responsabilità, negando qualsiasi formula di rimborso o sostituzione al cliente inglese.

Senza dubbio un caso molto singolare, un altro piccolo imprevisto per la mela morsicata, dopo la campagna di sostituzione dell’iPhone 6 Plus.


Be Social, Share!